Dove siamo
Contatti
Équipe

Area genitale | Pene | Diabete: il pancreas e il ruolo dell'insulina





Il pancreas è una ghiandola posta nella parte superiore dell’addome, e svolge due funzioni fondamentali.

Una funzione esocrina che consiste nel produrre il succo pancreatico (enzimi digestivi), e una funzione endocrina che consiste nella formazione di due ormoni, il glucagone (secreto dalle cellule alfa) e l’insulina (secreta dalle cellule beta). Di Chiara Galli.

Il succo pancreatico serve alla digestione degli alimenti, mentre glucagone e insulina sono indispensabili per il metabolismo dei glucidi (zuccheri), che apportano al corpo l’energia necessaria al suo funzionamento. I glucidi sono presenti in quantità più o meno elevata nella maggior parte degli alimenti. Durante la digestione, il pancreas rilascia glucagone, l’ormone che serve a scomporre i glucidi in uno zucchero semplice, il glucosio, e a rilasciarlo nel sangue. L’altro ormone, l’insulina, serve ad abbassare la glicemia (la quantità di zuccheri nel sangue), permettendo al glucosio di penetrare le cellule del fegato, dei muscoli e di altri tessuti per venirvi immagazzinato e produrre energia nel momento del bisogno. Il surplus viene immagazzinato, sotto forma di grasso e di proteine, nel fegato e nei muscoli. In ogni secondo le cellule hanno bisogno di glucosio per produrre l’energia necessaria al loro funzionamento, e questo è il solo zucchero che il cervello è in grado di utilizzare. Il tasso di glucosio nel sangue deve essere costante (1g/litro di sangue) perché l’organismo possa funzionare normalmente: se il corpo non produce abbastanza insulina o non è in grado di utilizzare quella disponibile, il glucosio si accumula nel sangue o passa nell’urina (glicosuria), senza poter svolgere il suo ruolo. L’iperglicemia cronica come nel caso del diabete, o poco controllata, può causare complicazioni acute e croniche molto gravi.

L’antagonismo degli ormoni
Alla fine di un pasto il livello di zuccheri nell’organismo aumenta. La secrezione di insulina aumenta mentre diminuisce quella di glucagone, per abbassare la concentrazione di glucosio nel plasma. Nel digiuno il livello degli zuccheri scende, e con esso il livello di secrezione di insulina, mentre quello di glucagone aumenta per mantenere la concentrazione di glucosio nel sangue a livelli minimi di sicurezza.

Che cosa succede quando il meccanismo si guasta  

diabete tipo I, insulino-dipendente, (IDDM, Insulin Dependent Diabetes) - inizia in giovane età, lo sviluppo è rapido
- predisposizione ereditaria
- distruzione virale delle cellule beta
- il corpo non è in grado di produrre insulina
- trattamento: iniezioni regolari di insulina
diabete tipo II, non insulino-dipendente (NIDDM, Non-Insulin Dependent Diabetes)

- si manifesta nell’età adulta e in vecchiaia, si sviluppa lentamente
- l’obesità spinge le cellule beta a una reazione eccessiva; tuttavia la loro risposta diminuisce, provocando una ridotta secrezione di insulina
- trattamento: dieta, sostituti orali

sintomi - polidipsia, sete eccessiva
- polifagia, sensazione di fame, alimentazione eccessiva ma perdita di peso
- poliuria, urinazione eccessiva con disidratazione
- glicosuria, tracce di zucchero nelle urine causate dall’aumento del glucosio nel sangue
complicazioni - aterosclerosi e patologie cardiache
- retinopatia: l’aumento della concentrazione di glucosio nel sangue distrugge la retina; è la seconda causa di cecità nel mondo
- patologie renali: il glucosio distrugge i nefroni, le unità strutturali e funzionali dei reni
- deficit circolatorio: nei casi più gravi, cancrena e amputazione degli arti
effetti collaterali

coma diabetico  
iperglicemia
causata dall’ingestione di troppa o troppo poca insulina, aumenta la concentrazione di glucosio nel sangue
- chetoacidosi, prodotto secondario del metabolismo dei grassi
- “respiro di Kussmaul”, rapido, profondo, faticoso
- agitazione, confusione, coma
- pelle calda, secca, arrossata
- trattamento: iniezione di insulina

 

shock insulinico  
ipoglicemia
causata dall’ingestione insufficiente di insulina o dall’eccessivo sforzo fisico
- mal di testa, nervosismo
- pulsazioni accelerate
- diaforesi (sudorazione)
- pelle pallida e fredda
- tremori
- perdita di coscienza, coma
- trattamento: somministrazione di zucchero

Domande & Risposte
Risposte alle domande frequenti

SexOS

Andrologia

Scarica gratis

SexOS

Andrologia

Scarica gratis

Network

Informazioni

Domande & Risposte
Risposte alle domande frequenti

SexOS

Andrologia

Scarica gratis

SexOS

Andrologia

Scarica gratis
Numero unico per appuntamenti
02 2941 2460

Rassegna stampa


Pene